Festeggiare il solstizio d’estate

È giunto il tempo della mezza estate e dei rituali del solstizio estivo.

Madre Sole è al suo massimo splendore e distribuisce la sua calda forza in tutta la natura: dai campi di frumento color oro (primi accenni del tempo del Raccolto in arrivo), ai tramonti dorati, caldi e avvolgenti.

Le piante crescono rigogliose e abbondanti, nutrite dal suo fuoco e dalla rugiada del solstizio.

L’energia è al suo apogeo di crescita, luce e calore, e ogni essere vivente partecipa della sua benedizione.

Si sente la necessità di passare più tempo all’aria aperta, e si celebra la crescita esteriore e interiore.

Psicologicamente aleggia un senso di gioia e soddisfazione, sia per l’apice della luce, sia per i risultati raggiunti, ma tutto scorre ed è necessario ricordare che la vita è un processo dinamico, non una condizione fissa.

In questo periodo dell’anno, proprio per quest’ultimo motivo, alcune persone possono avvertire una maggiore necessità di introspezione, una sensazione di nuovo equilibrio e di viaggio interiore, a causa del passaggio dall’anno crescente a quello calante che condurrà al solstizio invernale.

Per entrare in maggiore armonia con le energie del tempo del solstizio estivo, ecco qualche pratica consigliata:

-Decorate il vostro altare personale con simboli, elementi, immagini, colori o statue che richiamano le energie, gli animali, le creature e le divinità del periodo. Dedicatelo a Dea nel suo aspetto di Signora del Sole e della Luna, della Luce, oltre che Regina del Mare. Mantenetelo pulito e in ordine, sistemandolo almeno una volta a settimana;

-Ogni giorno accendete candele, spruzzate profumi o bruciate incensi alle divinità e agli spiriti del periodo come offerta, chiedendo il loro supporto e aiuto per ottenere maggiore guarigione, benessere, abbondanza e felicità, per voi ma anche per tutte le creature e Madre Terra;

-Il giorno del solstizio estivo , che nel 2023 cadrà il 21 giugno, alzatevi all’alba e osservare il sole che sorge, meditando sulle sue qualità e sul suo cammino: raggiunto il suo apice, ha inizio il suo declino;

-Celebrate questo periodo in compagnia di amici e parenti, accendendo falò o piccoli fuochi (prestando sempre attenzione, soprattutto se fatto in natura), lavorando con l’elemento fuoco;

-Durante questa stagione, studiate l’utilizzo erboristico e magico delle piante tipiche della vostra zona. Impiegatele nei vostri riti, incantesimi e offerte, ma anche in cucina e nella cura personale (ma solo se sicuri del loro impiego e della pianta stessa);

-Rafforzate il vostro legame con i quattro elementi della natura (aria, fuoco, acqua e terra), immergetevi il più possibile nella natura e dedicatevi a pratiche, divinazioni e meditazioni per sperimentare la loro energia;

-Dedicatevi alla raccolta di noci ancora acerbe per preparare il “nocino”, un liquore corposo da bere gradualmente in futuro per riacquistare le forze nei momenti del bisogno. La tradizione popolare consiglia di eseguire questa pratica la notte del 24 giugno;

-Eseguite la divinazione popolare dell’uovo di San Giovanni. Quest’antico rito divinatorio legato ai riti del solstizio estivo, viene eseguito in momenti diversi nelle regioni italiane. Se per molti è tradizione eseguirlo per San Giovanni (la notte tra il 23-24 Giugno), soprattutto nel nord dell’Italia è associato a San Pietro ed eseguito la sera tra il 28 e il 29 giugno. Questo perché la credenza popolare tramanda che San Pietro in origine fosse stato un pescatore e che, durante questa magica notte, vada a soffiare nei contenitori ripieni con l’acqua e l’uovo, facendo apparire la barca per dimostrare la sua vicinanza ai fedeli. Come eseguirlo? Nella notte della vigilia di San Giovanni tra il 23 e il 24 Giugno, prendere un uovo e, dentro un vaso trasparente o un grosso bicchiere ricolmo d’acqua, versate solo l’albume e mettetelo sul davanzale di una finestra esposto per tutta la notte (così da entrare in contatto con la magica rugiada di San Giovanni). Il mattino appena sorto il sole andate a vedere quali simboli e forme ha composto l’albume e, lasciandovi guidare dal vostro intuito, traete la sorte. Tutte le forme aeree (nuvole, uccelli, ecc…) sono di ottimo auspicio, così come navi, palazzi e castelli. Non sono un buon segno filamenti, palle, grovigli e catene. Secondo la tradizione l’effetto di questa divinazione si vedrà fino a mezzogiorno, poi lentamente si dissolverà. Una volta fatto, offrite tutto alla terra;

-La sera tra il 23 e 24 Giugno, preparate la vostra acqua di San Giovanni, utile secondo la tradizione per aumentare bellezza e salute. Raccogliete foglie e fiori di piante a vostra scelta, per esempio lavanda, gelsomino, iperico, menta, ruta, rosa e rosmarino, e mettete il tutto in un contenitore colmo d’acqua, lasciandolo tutta la notte esposto fuori di casa o sul balcone. Il mattino raccogliete e filtrate la vostra acqua, e con intento lavate tutto il vostro corpo;

-Se preferite raccogliete, seguendo le indicazioni popolari, la vostra rugiada del solstizio;

-Lavorate non solo con l’elemento fuoco ma anche con l’acqua: bevetela, fate la doccia, andate al mare o presso laghi e fiumi, con consapevolezza e intento, onorando i suoi spiriti e le sue creature;

Buone pratiche! Testo di Morgana Marco Vettorel, per il Tempio della Grande Dea Serpente – Hekate e Athena, vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore (ma gradita la condivisione).

Articoli simili


Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/tempiog1/public_html/wp-content/themes/kadence/header.php:19) in /home/tempiog1/public_html/wp-content/themes/kadence/comments.php on line 3